ARONIA PRUNIFOLIA - Aronia

Aronia Prunifolia
Zone USDA
Acquista subito >

CARTA DELL'IDENTITA' DELL'ARONIA PRUNIFOLIA

 

Le bacche dell'aronia prunifolia si racchiudono in un gruppo di arbusti decidui, conosciuti anche come chokeberries e sono originari del nord-est dell’America, anche se una vasta produzione viene effettuata in gran parte dell'Europa orientale. L'aronia è un arbusto deciduo che cresce fino a 3 metri, e che si trova comunemente nei boschi umidi e nelle paludi. 
Dal punto di vista strutturale essendo la pianta un arbusto si presenta con caratteristiche molto simili ad altri esemplari dello stessa specie, sia per il tronco che è longilineo che per il fogliame di forma piatta a 3 o 5 lobi e con i margini dentellati.
Verso la fine della primavera fanno capolino dei piccoli fiori bianchi con sfumature rosa, mentre a fine estate è il turno di piccoli frutti dalla forma sferica, pendenti e dal caratteristico color prugna sinonimo di avvenuta maturazione delle bacche.

COLTIVAZIONE DELL'ARONIA PRUNIFOLIA 


Il pH del terreno in cui si intende coltivare l’aronia prunifolia deve essere compreso tra 5 e 8, anche se la pianta cresce meglio con un pH tra 6 e 6,5 quindi leggermente acido. 
L'aronia inoltre tollera bene un terreno saturo d'acqua e, una volta stabilizzata, resiste anche alla siccità. Tuttavia, per aumentare la produzione di frutta e mantenerla sana e forte, il terreno con un buon drenaggio è preferito con il sistema di irrigazione a gocciolamento attivo durante l'estate in modo da renderlo costantemente umido. In concomitanza del periodo vegetativo e specie in caso di scarse precipitazioni è necessario procedere con le abituali annaffiature.
La preparazione del terreno è molto simile a quella di altre bacche, anche se nel tardo autunno conviene aggiungere del letame invecchiato e un pò di compost/humus al suolo.
L'aronia non richiede molto per essere coltivata, se non un’adeguata preparazione del suolo come appena descritto. La pianta inoltre predilige l’esposizione in zone soleggiate, ma cresce bene anche in condizioni di parziale penombra.
Questo esemplare di pianta con bacche, è molto resistente al freddo anche se quest’ultimo nel periodo invernale si presenta particolarmente intenso.
Come la maggior parte delle piante arbustive anche l’aronia prunifolia necessita di una potatura allo scopo di rimuovere tutto ciò che è morto e malato, oppure si può procedere semplicemente con il taglio dei rami che si incrociano tra loro.
Sempre in merito a questo intervento di manutenzione, va altresì aggiunto che per ottimizzare la resa della pianta vanno tagliati anche gli steli giovani che crescono dal terreno al di fuori dell'area desiderata.
Inoltre, conviene rimuovere i gambi che rendono il cespuglio di aronia troppo spesso.
Da come si evince si tratta di un esemplare facile da coltivare e che richiede poca o nessuna attenzione se non un po’ d'acqua durante l'estate, un pacciame organico per proteggere il terreno dal calore del sole, e la suddetta potatura dei rami secchi.
L’aronia è una pianta che resiste molto bene ad alcuni tipici parassiti, ma teme l’invasione della cocciniglia che con i suoi escrementi di carattere zuccherini genera delle incrostazioni a cui fa seguito la muffa.
La conseguenza è che i rami ed i fusti vengono infestati per cui la pianta gradualmente tende a degenerare. Per evitare ciò, si possono utilizzare prodotti specifici per questa tipologia di parassiti.

PROPRIETA' E UTILIZZI DELL'ARONIA PRUNIFOLIA

 

L’aronia prunifolia viene così definita poichè le sue bacche molto succose e dal sapore leggermente acidulo hanno la medesima colorazione delle prugne. Inoltre si tratta di frutti particolarmente lucidi, ed ideali anche per addobbare le siepi di un giardino. 
La pianta in oggetto vanta numerose proprietà benefiche per il corpo umano; infatti, è ricca di polifenoli, flavonoidi e soprattutto antociani che gli conferiscono il caratteristico colore scuro.
Gli estratti di queste bacche sono considerati oggi tra i più efficaci prodotti antietà che la natura possa offrire; infatti, sono ricche di antiossidanti. L'aronia inoltre purifica il tratto urinario, grazie al consistente apporto di acido chinico.
Anche il ferro è essenziale per il corpo umano in quanto è indispensabile per una corretta ossigenazione di tutte le cellule. Purtroppo il nostro corpo non è in grado di auto-produrlo perciò dobbiamo assumerlo tramite fonti esterne. Ecco quindi che bastano 100 g di aronia prunifolia (il 93% della dose giornaliera raccomandata), per massimizzare il risultato. La pianta tra l’altro è un efficace lassativo naturale; infatti, combatte la stitichezza e le emorroidi ma soprattutto ripulisce il colon, contribuendo alla prevenzione del cancro.
A margine va sottolineato che tra i vari usi dell’aronia prunifolia c’è la possibilità di consumare le bacche crude oppure trasformarle in marmellata, vino, tè, ecc.


>> Visualizza scheda della pianta

Zone USDA

Lascia un commento

Accettazione trattamento dati personali secondo i fini riportati in Privacy Policy
Torna a Piante

© 2016 Dennis Botanic Collection | Sede legale: Borgata Gombe, 9 - 12063 Dogliani (CN) | Sede operativa: Viale prof Gabetti, 35 - 12063 Dogliani (CN)
P.Iva 03472610041 | N° REA CN-293371 | Privacy Policy

by SINFOTEC
Mail