CORYLUS AVELLANA – NOCCIOLO (VAR. TONDA GENTILE DELLE LANGHE)

11,00

Vaso 3,5 lt / H 50-100 cm

TONDA GENTILE DELLE LANGHE: Varietà tipica del Piemonte ormai da tempo universalmente riconosciuta come la migliore al mondo sia per la resa che per la qualità del frutto. Nocciole dal guscio sottile ma duro, opaco e con numerose striature, con all’interno il caratteristico seme dalla forma sferoidale, dalla consistenza compatta e croccante che si differenzia dalle altre varietà per gli eccellenti gusto e aroma dopo la tostatura, elevata pelabilità e buona conservabilità. Autofertile ma trae beneficio dall’impollinazione incrociata di un altro esemplare anche della stessa varietà.

Loading...

Descrizione

CARTA D’IDENTITÀ DEL NOCCIOLO

Il Corylus Avellana, noto anche con il termine nocciolo, è un albero da frutto originario dell’Asia Minore ma è diffuso in diversi paesi Europei. La pianta è dotata di una struttura abbastanza forte, di tipo fascicolato. Essa può essere suddivisa in: parte aerea e corteccia lenticolare. La prima è composta da numerosi fusti sottili che possono raggiungere una lunghezza di 4 metri, mentre la parte inferiore ha molte fessure longitudinali e presente una colorazione marrone-grigiastra.
Le foglie del Corylus sono ovoidali, con i margini seghettati e presentano una certa pelosità nella parte inferiore. Il Corylus Avellana presenta dei fiori unisessuali maschili e femminili.
Il fiore maschile è comunemente conosciuto con il termine di amento e si presenta sotto forma di un grappolo pendente formato da molteplici stami ricchi di polline. Esso compare sull’albero verso la fine dell’autunno e vi permane per tutto l’inverno.
Il fiore femminile invece è racchiuso all’interno di una piccola gemma e durante il periodo di fioritura, che si aggira tra Febbraio-Marzo, emette un ciuffo che è destinato a raccogliere il polline maschile attraverso il vento. Il frutto che ne deriva è una nocciola sferoidale che inizialmente appare di colore verde, ma a seguito della maturazione diventa marrone.
La maturazione del frutto avviene in genere tra Agosto-Settembre, quando le brattee si seccano e lasciano cadere al suolo le nocciole.

COLTIVAZIONE DEL NOCCIOLO

La pianta del Corylus Avellana ha una forma cespugliosa ed esige luoghi esposti al sole, anche se possono andare bene quelli semi-ombrosi. Nel caso dell’esemplare adulto, il vento ed il freddo non viene temuto, mentre per la pianta giovane la pericolosità sta nel caldo afoso e nelle giornate gelide. Per quanto riguarda il suolo è preferibile quello non calcareo, con un Ph neutro e ricco di sostanza organica. Un’altra caratteristica è quella di essere ben drenato, questo vuol dire che il nocciolo ama l’ambiente umido per cui sarà necessario effettuare molte annaffiature. Nel caso in cui il nocciolo abbia una carenza di acqua non produce i frutti come dovrebbe ed i germogli sono molto scarsi.
Bisogna ricordare che la pianta del Corylus non è molto sviluppata in profondità, per cui non ha modo di procurarsi l’acqua in modo autonomo quando necessita e questo è un particolare che non si deve sottovalutare. Nei primi due anni di vita della pianta è necessario irrogarla 2-3 volte a settimana con almeno 10 litri di acqua. Affinché si possano ottenere buoni risultati, è molto importante la concimazione. A tal proposito c’è da dire che durante la coltivazione del nocciolo, si effettuano 3 concimazioni diverse in periodi differenti, ossia: concimazione primaverile, concimazione di allevamento e concimazione di produzione.
Un altro aspetto da valutare è la potatura che risulta essere indispensabile per le piante adulte, in modo da poter garantire sempre nuova vegetazione. Essa deve essere fatta in inverno, quando la pianta riposa. Il procedimento consiste nell’eliminare i rami secchi e tagliare di circa la metà quelli dell’anno precedente. Dopo la fioritura, è possibile tagliare anche i rami sterili. Se si eseguono questi semplici passaggi, si ha la certezza di avere una fruttificazione eccellente.
La potatura potrebbe anche essere drastica, tagliando alle basi i rami ed i pollini, ma questo può essere fatto solo se si tratta di una pianta che abbia almeno 10 anni e sempre durante il riposo vegetativo. In generale si può affermare che il Corylus Avellana è una pianta molto resistente, anche se è sensibile ad alcune malattie fungine, un esempio potrebbe essere il mal bianco o il marciume alle radici. Si può parlare anche di infestazioni parassitarie, quali il Balanino, la Cimice o l’Agrilo.

PROPRIETÀ ED UTILIZZI DEL NOCCIOLO

Il Corylus Avellana appartiene alla famiglia delle betulaceae ed ha origini molto antiche. Si dice infatti che essa veniva coltivata dai Romani e dai Greci che apprezzavano molto le sue proprietà benefiche, terapeutiche e nutritive. Per beneficiare di tutte le proprietà contenute nelle nocciole e nella frutta secca in generale, è consigliabile introdurle nella dieta alimentare con una certa regolarità. Però è anche vero che non bisogna esagerare con le quantità.
Il frutto può essere utilizzato sotto forma di molteplici varianti: esiste l’olio di nocciola, molto pregiato ed utilizzato in cucina ma anche nella cosmesi. C’è chi invece ama bere il latte di nocciole, molto gustoso che può essere un valido sostituto del tradizionale latte vaccino; oppure si può fare la farina di nocciole, la crema di nocciole e molto altro ancora. Si può dire infatti che questo frutto si presta ad essere utilizzato in vari casi. Per quanto riguarda le proprietà nutrizionali, si parla di una vera e propria fonte di energia formidabile, che non contiene glutine. Tra le sostanze più importanti ritroviamo: acidi grassi, sali minerali, vitamina C ed E, zuccheri e fibre. Le proprietà terapeutiche invece fanno riferimento al transito intestinale, dove si favorisce la digestione e l’eliminazione delle tossine. Inoltre rappresenta un valido aiuto per il metalismo. Il consumo di nocciole serve per combattere la stanchezza, l’affaticamento, i dolori articolari, crampi, oltre a prevenire l’anemia e rimineralizzare l’organismo durante periodi di stress o di convalescenza. I benefici che vengono apportati con l’assunzione di questo frutto sono molteplici: un esempio potrebbe essere il miglior funzionamento del cuore e dei vasi sanguigni, protezione delle ossa e delle articolazioni. Da non dimenticare che rappresenta una difesa naturale per i capelli e la pelle. Insomma si può tranquillamente affermare che le nocciole sono un toccasana per il proprio organismo.

Informazioni aggiuntive

Peso 3 kg
Dimensioni 20 × 20 × 190 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “CORYLUS AVELLANA – NOCCIOLO (VAR. TONDA GENTILE DELLE LANGHE)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

prodotti correlati